I dintorni

Loading...
0/5

I dintorni di Porretta Terme

Un soggiorno alle Terme di Porretta consente di poter esplorare e conoscere numerose località interessanti sia dal punto di vista storico-artistico che naturalistico, tutte facilmente raggiungibili.

visitare_porretta_terme_1-150x108Badi, ad esempio, è una località ricca di boschi, sorgenti e di testimonianze artistiche; sulla strada per il paese, però, è da non perdere l’Oratorio di S. Ilario che conserva al suo interno dei begli affreschi di fine XV secolo.

A Castiglione dei Pepoli (già Castiglione del Gatto) c’è da vedere Palazzo Pepoli, un edificio del XVI secolo che oggi ospita il Municipio, la Chiesa della Madonna della Cintura e la Chiesa di San Lorenzo nella quale sono conservate le immagini della Madonna di San Lorenzo e della Madonna del Rosario.

Il Santuario della Madonna di Boccadirio fu costruito sulla base di due semplici edifici eretti dopo che due fanciulli di Baragazza, nel 1480, assistettero ad una apparizione della Madonna ed in seguito unificati: la sua importanza è oggi seconda solo al Santuario della Madonna di San Luca a Bologna.

A Riola, si può ammirare la Chiesa di S. Maria Assunta che resta l’unica testimonianza di architettura di carattere religioso del grande architetto finlandese Alvar Aalto in Italia. A Scola ci sono invece tanti edifici sorti tra il XV e il XVI secolo, il più importante dei quali è la Casa Parisi, risalente alla seconda metà del 1300.

Sulla cima di Montovolo spicca l’Oratorio di S. Caterina d’Alessandria, risalente al 1200 e che i crociati vollero a somiglianza del Santuario della Santa sul Monte Sinai.

A Lizzano in Belvedere vi è quello che è considerato il più antico monumento del bolognese, il Delubro, un tempietto preromanico presumibilmente del VIII secolo.

Il piccolo e caratteristico borgo di Madonna dell’Acero, sorge invece attorno ad un celebre, omonimo Santuario risalente al XVI secolo.

Tragicamente noto per l’eccidio compiuto dai nazisti durante la II Guerra Mondiale, Marzabotto annovera una zona archeologica a monte del paese che testimonia la presenza di una città etrusca del VI secolo a.c.; i reperti recuperati durante gli scavi sono conservati nel locale Museo Archeologico Pompeo Aria.

visitare_porretta_terme-150x108L’Appennino è un territorio tutto da scoprire. Si possono seguire tranquilli sentieri che si dipartono dal centro del paese per una rilassante passeggiata oppure percorsi ad anelli di intere giornate nei due grandi parchi naturali del Corno alle Scale e dei Laghi di Suviana e Brasimone.

A pochi chilometri dal Lago di Suviana, con una splendida vista sullo specchio d’acqua, vi è da visitare la Chiesa dei SS. Giacomo e Cristoforo a Bargi, presso la quale si conserva un antico organo del periodo di fattura barocca. A Camugnano, invece, presso il Municipio c’è il Centro di Informazioni del Parco dei Laghi, dove è disponibile il materiale illustrativo sul Parco.
Infine, si possono visitare le vicine città d’arte di Bologna, Pistoia, Lucca e Firenze.